Amministrazione | Dichiarazioni di Intento clienti

Scheda tecnica del modulo software

Funzionalità

Gli esportatori abituali che intendono acquistare o importare senza applicazione dell'Iva devono trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate la dichiarazione di intento.

La dichiarazione, unitamente alla ricevuta di presentazione rilasciata dall'Agenzia delle Entrate, va consegnata al fornitore oppure in dogana (Dlgs 175/52014).

Attraverso il modulo Dichiarazioni di Intento clienti (DdI clienti) si vuole raggiungere l'obiettivo di tenere sotto controllo  il plafond assegnato dal cliente attraverso l'emissione di una specifica Dichiarazione di Intento.

Il programma permette la gestione dei due tipi di plafond: fino a concorrenza e sulla singola operazione.

Fino a concorrenza: viene ricevuta la DdI con l'importo fino a concorrenza. Il sistema controlla già a partire dall'emissione delle fatture in esenzione Iva che tali documenti non superino l'importo ricevuto. A superamento dell'importo viene data una segnalazione non bloccante.

Una singola operazione: viene ricevuta la DdI con l'importo di una singola operazione. Una volta conclusa non può essere utilizzata come riferimento per altre operazioni.

Controllo plafond

Dalla fase del caricamento dell'ordine sino all'emissione della fattura, permette la verifica ed il controllo del plafond DdI clienti.

Inoltre è previsto l'inserimento della percentuale sopra la quale il programma segnala se si sta saturando o meno il plafond concesso. 

Oltre a tutti i controlli precedenti, anche in fase di stampa della fattura, se il plafond è superato, il programma non permette l'emissione del documento, ma solo una fattura di prova con la scritta "FATTURA ERRATA".

Non essendo emessa la fattura, si può intervenire sul documento, indicando prontamente il corretto assoggettamento all'Iva.

Situazione plafond

In qualunque programma sono abilitati i bottoni per la visualizzazione del plafond, evidenziando la percentuale di utilizzo.

Quando l'importo dell'ordine supera il plafond, il programma di caricamento ordini o di bollettazione segnala il superamento del limite plafond.

Archiviazione elettronica file dichiarato

Una volta effettuata la registrazione della DdI, si può acquisire anche il file della Dichiarazione del cliente e della ricevuta emessa dall'Agenzia delle Entrate.  In questo modo, oltre ad avere il controllo del plafond, si ha anche un'archiviazione elettronica della documentazione relativa.

Stampa registro DdI

La stampa del registro DdI assolve l'obbligo fiscale di annotazione e protocollazione delle Dichiarazioni di Intento ricevute, dettagliando le fatture emesse nell'ambito del plafond concesso al cliente.

Controllo situazione plafond

Il sistema ha la possibilità di schedulare una stampa che permette di avere la situazione complessiva di tutti i clienti di cui si è ricevuta una dichiarazione di intento, indicando il plafond ancora disponibile.